“Gli articoli” di Claudio Pollastri

“Gli articoli” di Claudio Pollastri

19  GENNAIO  GIUSEPPE  GHINI
Docente Università di Urbino uno dei massimi slavisti italiani

La Russia da Rasputin a Putin passando per l’Arcipelago Gulag di Solgenistn.. L’incontro ha permesso  di cooscere le verità nascoste dietro l’internamento di Solgenistin, il potere occulto nella personalità magnetica e carismatica del monaco Rasputin e la libertà vigilata dell’attuale presidenza di Putin. Ghini. che conosce come pochi tutte le pieghe del potere sovietico,   viene chiamato spesso da registi di cinema e di fiction per sovrintendere le produzioni che riguardano la storia della Russia e ha spiegato in modo dettagliato le peripezie, le mezze verità e la leggenda che circondano “Il dottor Zivago” il capolavoro di Pasternak,  che ha fatto sognare i romantici della storia russa e innamorare eserciti di fan di Omar Sharif

 

 

13 GENNAIO 2018: SCOPRIAMO ADRIANO CELENTANO
con CLAUDIO POLLASTRI
BRUNO  PERINI  nipote diretto (figlio sorella) Celentano 80 anni

BRUNO PERINI, giornalista economista e giudiziario, interviene come ospite in occasione degli 80 anni di Celentano quale nipote intellettuale, figlio della sorella Maria, e presenta il suo libro “Memorie di zio Adriano” di cui ne racconta la vita dopo averla vissuta di persona. Non la solita biografia centrata solo sul personaggio, ma svolta in parallelo con il contesto socio politico, come per esempio il riferimento iniziale al 1938 con emissione delle leggi razziali in coincidenza con l’anno della sua nascita.

Gli episodi sono notizie inedite con episodi sconosciuti, tratti alcuni dal racconto diretto della madre ed altri dallo stesso Adriano, visto come artista ma anche come zio giocherellone. Emerge la figura di una generosità totale e senza interessi nei confronti della famiglia, con un grande senso dell’amicizia, anche se talvolta non ricambiata e anzi proprio tradita utilizzando il suo nome e la sua carriera per interessi personali. Caratteristica delle sue apparizioni in televisione nei vari spettacoli è sempre stata la regola di una massima libertà di espressione e assenza di un copione prestabilito autorizzato. La sua storia, raccontata così da vicino, diventa così la nostra storia e l’ eccezionale grandiosità di questo mostro sacro della musica italiana assume un gusto piacevolmente familiare, così come con la stessa familiarità lo abbiamo conosciuto meglio grazie alla descrizione in diretta di questo amato, anche se talvolta contestato, nipote.

 

 

 

40 anni fa, l’8 dicembre 1980 …

40 anni fa, l’8 dicembre 1980, alle 22,51 local time John Winston Lennon veniva ucciso nella 72^ Strada nell’Upper West Side di New York. L’ex Beatles era stato colpito da 5 proiettili di pistola sparate alle spalle da Mark David Chapman. Lennon aveva 40 anni. Con lui c’era la moglie Yoko Ono, che il 29 settembre 2007 mi raccontava la tragedia mentre inaugurava la Mostra SOGNARE al Museo Santa Caterina di Treviso. “Ricordo ogni istante di quella sera – mi diceva Yoko accanto all’allora Sindaco-Sceriffo della Lega di Treviso Giancarlo Gentilini – ho ancora fisso nella mente lo sguardo e le ultime parole di John che se ne andava per sempre ma non è mai uscito dal mio cuore…”

 

 

2 DICEMBRE 2017 CLAUDIO POLLASTRI CON MASSIMILIANO  GUTTADURO   e  ROBY  RONZA

Incontro centrato sulla figura di Madre Teresa di Calcutta, presentata nel suo aspetto familiare da Massimiliano, la cui mamma è la nipote diretta quale figlia del fratello minore di Madre Teresa da tutti universalmente conosciuta nel suo ruolo di assistenza sociale rivolta all’ultimo degli ultimi. Meno noto il forte legame mantenuto con la sua famiglia in particolare con il fratello con cui spiccava anche una notevole identificazione fisica: occhi penetranti, naso prominente, viso molto rugoso in età avanzata… unica differenza la statura (il fratello era alto 1,81 m). Li accomunava anche la sofferenza per la lontananza dall’Albania, terra natale e per Lei anche il senso di colpa di aver abbandonato per diventare suora la madre in quel paese che viveva sotto una stretta e terribile dittatura comunista. Testimonia l’attaccamento alla famiglia anche il fatto che da ammalata aveva preferito l’assistenza della cognata in quella struttura all’avanguardia a cui l’avevano costretta le consorelle, contrariamente al suo desiderio che l’avrebbe voluta uguale ai suoi poveri. Massimiliano ha ricordato con intensa commozione il loro ultimo incontro quando,  spinto  da un inspiegabile desiderio di vederla dopo tanti anni  nel maggio del 1997 l’ha raggiunta a Roma, pochi mesi prima che morisse. Altro particolare che attribuisce alla Provvidenza che sente da sempre presente nella sua vita, il fatto che le foto scattate in questa occasione gli sono state recapitate il 5 settembre, giorno in cui Madre Teresa si è spenta a Calcutta. Tutto questo anche se tra loro non vi era uno strettissimo rapporto e ne ha percepito e avverte ancora oggi la grandiosità attraverso le persone che le sono state vicine e che, attraverso loro, continua a diffondere la sua fiamma.

Roby Ronza, giornalista e scrittore, l’ha incontrata per un’intervista del settimanale  “Il sabato” in occasione della consegna del premio nobel  per la pace nel 1979. La attende a Calcutta dove riesce ad avere un incontro, più lungo e più completo di quanto si era preparato, facendone emergere la semplicità e l’umiltà

 Che effetto le fa aver ricevuto il premio Nobel?

Un mucchio di grattacapi, un mucchio di gente che viene a trovarmi da ogni parte del mondo, un gran superlavoro: questo è l’effetto finora”

La incontrerà poi in occasione del MEETING DI Rimini nel 1987 e resterà nuovamente affascinato da questa figura che viveva con il Rosario in mano in perenne preghiera che interrompeva per rispondere alle domande senza però distrarsi, che dava grande importanza all’amore, all’amicizia, capace di farsi capire da tutti, cristiani, musulmani, ebrei, quale “matita del Signore” come Lei stessa amava definirsi.  

 

Happy Birthday a Kimila Ann

Happy Birthday a Kimila Ann, semplicemente Kim, Basinger che compie 67 anni. E’ nata ad Athens l’8 dicembre 1953. “Ho sempre lottato in difesa degli animali e contro l’uso delle pelliccia nella moda”, mi aveva dichiarato il 31 ottobre 1990 a Castiglione delle Stiviere nelle sede della Golden Lady di cui era testimonial

 

Info sull'autore

acubrugherio administrator

Lascia una risposta