Volti e parole di donne (Irene Carossia)

Volti e parole di donne (Irene Carossia)

“CARMEN: unica legge la libertà”

In streaming

DOMENICA 7 MARZO ORE 20.00

 

Il mese di marzo del Centro di Ricerca e Sperimentazione Teatrale Villa Mariani è dedicato alla lirica potente e piena di due grandi autori francesi: Georges Bizet e Camille Saint Saens.

In scena due opere meravigliose che hanno per protagoniste due celebri esempi di donna demone, donne tentatrici capaci di trasportare il pubblico dentro un importante capitolo della storia del teatro e della lirica, attraverso emozioni e musica.

CARMEN e DALILA si fronteggiano, in questo mese, nel racconto della loro dimensione di donne simbolo, immagini create per consolidare la regola della sovrapposizione fra ribellione femminile e perversione.

 

 

 

Si incomincia Domenica 7 Marzo con “CARMEN: unica legge la libertà”, portata in scena dalla COMPAGNIA STABILE CAROSSIA.

Testo e regia di Irene Carossia, cavallo di battaglia della Compagnia Stabile, lo spettacolo propone una lettura travolgente dell’opera attraverso gli occhi dell’autore stesso, Georges Bizet: il quale nella sua fatica creativa, nella disperata affermazione del suo bisogno di libertà è destinato a scontrarsi con una Società inclemente, che non ammette spazi per la libera espressione di sé.

Le regole esistono per essere rispettate, afferma la Società ed il teatro deve consolidare quelle regole stesse, ma l’Arte di Bizet esplode come una danza sfrenata nel corpo, nell’anima e nella voce di Carmen.

Donna libera, ribelle, incapace di piegarsi a compromessi, che non ammette di essere oggetto nella vita di nessuno.

Identità faticosa da accettare per il mondo che la circonda che vorrebbe a forza imbrigliarla dentro a pregiudizi e vincoli imposti, creatura “altra” destinata a soccombere per mano di un uomo Don Josè, analfabeta del sentire, fragile castello di carte e, tuttavia, strumento perfetto fra le mani di una società che nutre l’ignoranza per gestire il potere.

In scena Irene Carossia nel ruolo di Carmen, voce, corpo e anima, artista dai molti talenti si offre generosamente al personaggio per far vibrare tutta la sua forza.

Una Carmen determinata e selvaggia, la cui voce potente e piena si impone sulla scena trascinando il pubblico in una emozione costante.

Una donna ribelle nel profondo in duello costante con la Società interpretata da una imponente Luisa Caglio, bravissima nel rendere la solennità del personaggio e, al tempo stesso, la malcelata rabbia difronte al dissenso palese della protagonista.

Sul palcoscenico vive e soffre il Bizet di Elia Monti, attore raffinato e pieno nella sua capacità di lasciarsi andare nel racconto dei travagli più profondi, perfetto nel ruolo dell’artista indomito e geniale.

Andrea Bellani è Don Josè in tutta la sua fragile essenza di uomo deprivato nella vita degli strumenti per scegliere autonomamente.

Un personaggio faticoso e, tuttavia, dalle molte sfaccettature perfettamente dipinto dalla sensibilità di Bellani.

Il mondo delle compagne di Carmen è affidato alle splendide Alessia Sala e Giulia Scaccabarozzi, bravissime nel passare dall’ironia alla tragedia, dalla giocosità quasi infantile alla disperazione difronte all’epilogo.

 

 

 

La musica si offre al pubblico attraverso le mani della pianista Annalisa Ferrario, straordinaria musicista che magistralmente interpreta ogni sfumatura celata fra quei pentagrammi e si fa perfetta compagna di viaggio della voce di Carmen/Carossia.

Lo spettacolo è un vortice che conduce il pubblico a capofitto dentro alle emozioni potenti della vita dei protagonisti, emozioni irrinunciabili che solamente il Teatro è in grado di offrire.

Lo spettacolo verrà proposto in diretta online sulla pagina Facebook del Centro di Ricerca e Sperimentazione Teatrale Villa Mariani ed è inserito anche nella Rassegna IMPRONTA DONNA organizzata e patrocinata dal Comune di Lissone.

Nella speranza di poter riaprire finalmente il teatro al pubblico il 27 Marzo con SANSONE E DALILA, non perdete questa Carmen, perché l’anima deve essere nutrita dalla bellezza e, questo, è il compito dell’Arte e del Teatro.

 

Musica

GEORGE BIZET

 

Testo e regia

IRENE CAROSSIA

 

COMPAGNIA STABILE CAROSSIA

 

Personaggi ed interpreti:

Carmen – IRENE CAROSSIA

Georges Bizet – ELIA MONTI

La Società – LUISA CAGLIO

Don José – ANDRE BELLANI

Le donne – ALESSIA SALA e GIULIA SCACCABAROZZI

 

Pianoforte

ANNALISA FERRARIO

 

Costumi

ANNA MARIA MAZZONI

 

Audio: Lorenzo Rivolta

Luci: Valerio Villano

Regia Video: Paola Manzoni

 

 

 

 

Appuntamento quindi per:

 

DOMENICA 7 MARZO ORE 20.00

IN DIRETTA STREAMING

pagina Facebook

Centro di Ricerca e Sperimentazione Teatrale Villa Mariani

 

Canale YOUTUBE

centro teatrale villa mariani casatenovo

 

 

 

promozione@centroteatralevillamariani.eu
339 1624727/ 039 5988698/ 340 4652962

www.centroteatralevillamariani.eu

 

Centro di Ricerca e Sperimentazione Teatrale Villa Mariani

Polo Teatrale ed Espositivo

Parco delle Sculture

Via Don Carlo Buttafava, 54

Casatenovo (LC)

 

“Sostanza umana”
un nuovo spettacolo in streaming a Villa Mariani

La pièce verrà trasmessa in diretta il 13 febbraio – ore 20:00

 

 

 

 

“Volti e parole di donne”
un nuovo spettacolo in streaming a Villa Mariani

La pièce verrà trasmessa in diretta il 6 febbraio

 

EVENTI Casatese, 30 Gennaio 2021 ore 10:52 Prosegue la programmazione del Centro di Sperimentazione Teatrale Villa Mariani di Casatenovo con lo spettacolo “Volti e parole di donne”. La pièce verrà trasmessa in diretta streaming alle 20 del 6 febbraio 2021 sulla pagina Facebook e sul canale Youtube del polo teatrale.

 

 

“Volti e parole di donne”: un nuovo spettacolo in streaming a Villa Mariani

“Il mese di febbraio si apre, per il Centro di Ricerca e Sperimentazione Teatrale Villa Mariani, con uno spettacolo dedicato al sentire profondo delle donne, alle battaglie ed ai bisogni inascoltati – recita il comunicato promozionale dell’evento –  In realtà lo spettacolo, che va in streaming la sera del 6 Febbraio, è un tassello importante di Storia delle donne attraverso il racconto, le parole di tante donne, i loro volti, la musica e la voce cantata il cui ruolo è, più che mai, quello di strumento dell’anima. In scena Irene Carossia da sola, con la sua esperienza e la competenza di docente di Storia delle donne sovrapposta alla sua grandezza di interprete”.

Le tematiche della pièce

“La direttrice esprime in quest’opera la sua abitudine a dare corpo, voce ed anima alle storie taciute; in scena con lei il suo pianoforte, non uno strumento, ma una creatura con la quale duetta in una perfetta e magica sinergia, fatta di amore per la Cultura, la Musica, il Teatro, la Vita – prosegue il comunicato –  VOLTI E PAROLE DI DONNE è tutto questo ma anche molto altro, un percorso che scorre lungo le lettere dell’alfabeto, dalla A alla Z. Ad ogni lettera una parola, ad ogni parola la riscoperta di un prezioso tassello dell’essere donna, nel passato come nell’oggi. Parole, passioni, sentimenti, paure, musica, verità umana che non deve essere taciuta poiché la voce delle donne costituisce un patrimonio non sacrificabile. Dal palcoscenico emerge la forza delle scelte ma anche la fatica e la sofferenza di fronte ai vincoli imposti da una società che, nell’arco della storia, non ha certo sostenuto le donne nella difficile impresa di esprimere se stesse. Legacci e limiti, canoni e pregiudizi, ma anche e soprattutto determinazione e coraggio nella volontà di scardinare regole ingiuste per affermare il diritto ad esistere e l’anelito alla libertà. Uno spettacolo dolce e potente, nel quale la musica ed il canto non sono contorno e abbellimento, ma piuttosto divengono una preziosa porta attraverso la quale accedere alla pienezza dell’essere donna”.

Info sull'autore

acubrugherio administrator

Lascia una risposta